Blue-stalling

Photo by Fernando Torres on Unsplash

Stai frequentando una persona con cui ti trovi bene. Passate insieme bei momenti, senti che la relazione sta procedendo bene, ma…

Eh sì, c’è un “ma” che porta te o l’altra persona a non voler “concretizzare” quello che siete. Forse c’è difficoltà ad impegnarsi e a dare una definizione chiara alla vostra relazione, lasciando o lasciandoti in una fase di “stallo”.

Essere in blue-stalling vuol dire proprio essere in quella zona di stallo, in cui sei entrat* in una relazione, senza però voler affrontare discorsi sull’impegno che ne deriva.

Quando si inizia a frequentare una persona, non è scontato e facile avere e dare lo stesso ritmo alla relazione. 

Può accadere che una delle due persone abbia chiaro da prima in quale direzione vorrebbe che la relazione andasse, e che desidera anche una determinata definizione, mentre l’altra ha qualche dubbio in più, qualche reticenza che la porta a tenere la relazione in sospeso, in stallo appunto.

Se hai le idee più chiare, puoi provare una forte frustrazione nel non capire in che modo la relazione potrebbe definirsi, se potrebbe effettivamente diventare una relazione a tutti gli effetti oppure no. L’idea di non avere un tempo preciso entro il quale aspettarti una risposta chiara, può generarti insicurezza e apprensione. 

Puoi sentire un senso di inadeguatezza generale, perchè hai paura di non essere abbastanza per l’altra persona: non abbastanza per coinvolgerla, per farla sentire sicura di impegnarsi, e per farle definire la relazione. Ti trovi a mettere in discussione le tue azioni, a chiederti se magari stai correndo troppo, se dovresti dire o fare qualcosa di diverso per “sbloccare” la situazione.

Se invece sei tu a tenere in mano i fili che tengono la relazione in stallo, probabilmente ogni volta senti una pressione tale che non ti consente di avere mai il giusto spazio e tempo per capire cosa vuoi e cosa vorresti. A volte ti viene in mente che allora è meglio chiudere di netto la relazione, ma poi le tue azioni e parole “neutre” ti salvano dall’esporti a sufficienza e la non decisione diventa la tua arma vincente,

Il blue-stalling è una situazione potenzialmente complicata per entrambe le parti: all’inizio della relazione è qualcosa del tutto fisiologico, ma quando la situazione si protrae, allora rimanere per troppo tempo in stallo può essere rischioso.

Se sei tu ad avere le idee più chiare, prova a riflettere e a domandarti: quanto sei dispost* ad aspettare e a rimanere in questa fase di transizione? Rifletti su quello che vivi e prova a pensare ad una decisione in cui tu possa evitare di farti del male.

Allo stesso modo, se hai dubbi sulla relazione, è importante chiederti se stai bene in questa fase di sospensione e darti un tempo per riflettere, capire ed agire. Procrastinare a volte è utile, ma cosa stai evitando di dirti nel non prendere una decisione?

Il blue-stalling può portare entrambe le persone a doversi adattare ad una situazione che non fa star bene: da una parte, provando una pressione sul dover prendere una decisione, dall’altra rischiando di accettare tutto quello che l’altra persona riesce a darti anche se per te non è abbastanza. La non chiarezza alla lunga può ferire sia chi la subisce che chi la pratica: comunicare con l’altra persona, e darsi un tempo preciso per poter riflettere e comprendere quello che si desidera aiuta a vivere le relazioni appieno, dando all’esperienza il giusto spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi