Lasciati andare alla vulnerabilità

Photo by Tom Moser on Unsplash


A volte la parola ‘vulnerabilità’ rischia di essere vista come il contrario di coraggio.

Se sono vulnerabile mi espongo, rischio di sentirmi meno forte, di provare insicurezza. Sentirsi vulnerabile può essere difficile: ma vulnerabile non vuol dire fragile.

Vulnerabilità vuol dire sentirti un po’ scopert*, più a nudo del solito, meno armat* delle sovrastrutture o delle maschere che ogni tanto rischi di indossare. Vuol dire esporti fino al punto di far vedere una parte di te che tieni nascosta forse per la maggior parte del tuo tempo. 

Proponiti di essere a tuo agio anche con questa sensazione di “nudità”, perché ti stai mostrando nella tua sincerità, con coraggio.

Vulnerabilità vuol dire fare quel passo, dire quella parola in più, uscire allo scoperto.

Vulnerabilità è autenticità: vuol dire superare la vergogna di esprimere chi sei, in tutte le tue sfaccettature, da quelle più semplici a quelle più complesse anche da raccontare. É provare paura al pensiero di mostrarti nella tua imperfezione, e allo stesso modo accoglierla e farlo. 

La ricercatrice Brenè Brown ci racconta come le persone descrivono la vulnerabilità: non è una sensazione che ti fa sentire a tuo agio, ma non è nemmeno qualcosa di straziante. Piuttosto, la vulnerabilità è necessaria: è connessa alla vergogna e alla paura, ma allo stesso modo alla gioia, alla creatività, al riconoscimento, all’amore. 

Lasciarti andare alla vulnerabilità non è semplice, e non è nemmeno utile e scontato che possa avvenire sempre, e con tutte le persone che incontri. 

Esprimere la tua vulnerabilità può farti sentire come se stessi un po’ perdendo l’equilibrio, o come se stessi aprendo una finestra sul tuo cuore.  

Ma liberarti dell’armatura che a volte puoi costruirti, ti aiuta a far vedere una parte importante di te: magari più tenera, più indecisa, meno spavalda, meno “perfetta”, ma sempre autentica. E farla vedere non vuol dire essere solo in quel modo: mostrarla ti aiuta a comunicare chi sei, quali sono i tuoi desideri, bisogni, dubbi, a regalarti a qualcuno nella tua autenticità. 

La tua vulnerabilità non ti etichetta e non ti definisce, ma è parte di chi sei. Vivila, goditela e non averne paura.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi